Comunità Gualdo Tadino1

Una tradizione – Il rinnovo della Promesa

Ieri sera alle ore 23,00 si è conclusa l’uscita che la nostra Comunità fa tutti gli anni sul Monte Serrasanta, per rinnovare la promessa. Quest’anno abbiamo voluto unirci anche la Promessa di una A.S. che non essendo stata Scout, non l’aveva ancora fatta. L’uscita e iniziata alle ore 17,00 di s

la Comunità in uscita

abato, con l’incontro di tutti gli A.S. della nostra Comunità, presso il rifugio del C.A.I. in località Valsorda. Dopo aver scaricato il materiale necessario alla due giorni, abbiamo provato i canti per l’animazione della S.S. Messa della domenica, e per la Veglia di preparazione alla promessa di Oliva. Dopo una cena alla spicciolata, ci siamo recati sell’ Eremo di Serrasanta dove alle ore 21,00 si è svolta una Via Crucis alla luce delle torce con un vento battente che ci ha accompagnato per le 14 stazioni, senza un attimo di sosta. A conclusione della Via Crucis siamo entrati nella chiesetta dell’ Eremo e in cerchio abbiamo iniziato la nostra” Veglia d’ Armi” al suono della chitarra che ha intonato il Canto “Al cader della giornata”. Abbiamo continuato la veglia con un attento commento sulle parole della Promessa, facendo anche uno stretto collegamento a dei brani del vangelo, fino a concludere il tutto sulle note della canzone “Signor fra le tende schierati”.  Dopo la posa del fazzolettone ai piedi dell’altare, ci siamo inchinati per ricevere la benedizione da parte del sacerdote li presente. Siamo ritornati al campo base dove abbiamo trascorso la notte. Alle 7,30 la sveglia, colazione e di nuovo sul Serrasanta, chi a piedi chi in automobile, per assistere alla S.S. Messa da noi animata. Alla conclusione abbiamo fatto cerchio intorno all’altare e Oliva, guidata dai due Magister Gianna e Carlo, ha pronunciato la sua Promessa, di seguito, come si ripete ormai da 8 anni, abbiamo rinnovato tutti la nostra Promessa, compresi alcuni tra i presenti alla S.S. Messa che essendo stati Scout si sono uniti con grande entusiasmo e partecipazione alla bellissima cerimonia, conclusasi tra gli applausi degli astanti che coprivano le note del canto della Promessa. La giornata è continuata con il pranzo presso il rifugio del C.A.I. ove il pomeriggio piovoso ci ha stimolato alla lettura di alcuni passi dell’Enciclica di Papa Francesco. La giornata si  conclusa intorno al fuoco, anche se sembra assurdo, visto il caldo dei giorni passati, tra canti e ricordi fino al cerchio di chiusura alle ore 23,00.

LE ATTIVITA’ PER  IL   2015

 

Come da tradizione la comunità Masci di Gualdo Tadino è solita riunirsi in una due giorni nella prima decade di gennaio per concordare il programma del nuovo anno.

Si è deciso di confermare la struttura delle pattuglie già esistenti: Pattuglia Cuore, Creato, Città.

Compongono la Pattuglia Cuore: Mirella Brunetti (coordinatrice), Gianna Minelli, Angela Sgaramella, Antonia Galantini, Rosamaria Scassellati, Stella Aretini, Angela Scatena, Oliva Venarucci.

 Il programma della pattuglia prevede: partecipazione ufficiale di tutta la comunità alla fiaccolata per il Beato Angelo la notte del 14 gennaio; uscita in occasione della Quaresima ad Assisi con visita guidata alla basilica di San Francesco con riferimenti all’ aspetto che lega arte e fede. Una seconda uscita è prevista per il periodo dell’Avvento. La pattuglia continua inoltre a gestire la catechesi dei ragazzi della parrocchia di San Benedetto. Infine sono programmate due Lectio Divina  in occasione della Quaresima e dell’Avvento.

 Compongono la Pattuglia Creato: Giovanni Gubbini (coordinatore), Mario Anderlini, Ruggero Pellegrini, Goffredo Maurizi, Laura Scatena, Franco Gentilucci, Carlo Travaglia, Giampiero Buriani. Tra le iniziative: uscita in notturna dal Monte Serrasanta al Monte Fringuello con pernottamento nell’omonimo rifugio; Uscita a Fabriano per visita al Museo della carta, delle Biciclette e del Pianoforte; uscita a Torino in occasione dell’ostensione della Sacra Sindone da coordinare con il magister della Val di Susa; campo estivo al Villaggio Eni nei pressi di Cortina d’Ampezzo nel periodo compreso tra la fine di agosto e i primi di settembre.

 Compongono la Pattuglia Città: Raffaele Fabbrizi, (coordinatore), Romano Giombini, Francesco Fiorentini, Carlo Fiorucci, Noè Commodi, Roberto Ciabilli.

Il programma previsto: Modifica e sviluppo del documento presentato a Bardonecchi inerente l’identità del Masci; Giornata incontro di tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione della Base al fine di metterli a conoscenza di come stiamo utilizzando le risorse che ci hanno messo a disposizione. Nell’occasione si proporrà la messa in opera di una targa con tutti i nomi di coloro che si sono prestati all’opera; programmazione di un seminario sulla formazione e metodo scout da tenersi in due sessioni separate con esperti della materia da allargare alle regioni: Umbria, Marche, Toscana, Emilia Romagna.

 Oltre al programma abbiamo iniziato a parlare di metodo leggendo un capitolo del libro” Una bussola per la vita”. Dopo la lettura si è sviluppato un dibattito a dir poco interessante.

Il secondo giorno è iniziato con una camminata lungo ” Le Stradelle” che si è conclusa all’ora di pranzo.

Nel corso della serata è stato inevitabile aprire una discussione sugli attentati in Francia ad opera di militanti dell’Isis.

 Viene inoltre confermato l’impegno di animare la SS. Messa l’ultima domenica di ogni mese presso il con vento della Santissima Annunziata.

 A questa programmazione sarà inevitabile attendere a tutte le problematiche che si presenteranno sulla gestione e manutenzione della Base Scout “La Colonia.

 Non sfugge il proposito di riprendere i lavori di costruzione della nostra sede e della rimessa attrezzi.

 ALCUNE IMMAGINI DELLA VITA DELLA COMUNITA’

DI GUALDO TADINO 

 

Articoli recenti

biodiversità convegno a Foligno


In concomitanza con la 14 esima Giornata Nazionale per la Custodia del Creato indetta dalla Conferenza Episcopale Italiana, il MASCI (Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani) Foligno 2, in collaborazione con Legambiente Foligno, organizza un Convegno su queste tematiche dal titolo: “Nella Biodiversità si può cogliere il vero senso della bellezza”.

Autorevoli esperti tratteranno questi argomenti con un taglio scientifico e religioso per meglio comprendere l’importanza della salvaguardia dell’ambiente, attraverso il rispetto della Biodiversità come anello fondamentale dell’evoluzione e conservazione della vita.

L’appuntamento è per sabato 31 agosto all’Arca del Mediterraneo (Via S. Giovanni dell’acqua, 24). Si inizierà alle ore 15:30 on i saluti delle autorità e la presentazione dell’evento da parte di Eva Gravante, Magister Comunità MASCI Foligno 2. Alle ore 16 l’inizio dei lavori, con la moderazione del giornalista Daniele Ciri. La dottoressa Isabella Dalla Ragione, presidente Fondazione Archeologia Arborea Onlus, relazionerà sul tema “La Biodiversità per la sicurezza alimentare: l’esperienza di Archeologia Arborea”.

Quindi sarà la volta della dottoressa Silvia Paolucci, biologa evoluzionista del Laboratorio di scienze sperimentali di Foligno, su “Il mondo è bello perché è vario: il valore della biodiversità”. “Pillole di Biodiversità” sarà il tema trattato dal dottor Alfonso Russi, responsabile scientifico Tecnovia di Bolzano. Infine “La Salvaguardia del Creato” a cura di padre Giuseppe Rossato ofm, seguito dalla preghiera ecumenica per la Salvaguardia del Creato, nella chiesa Ortodossa di via San Giovanni dell’acqua.

Iniziative sono in programma anche domenica 1 settembre al chiostro di San Giacomo. Dalle ore 16, infatti, è prevista la realizzazione di un Punto informativo, all’interno del chiostro di San Giacomo sulla tutela dell’ambiente e sull’importanza della Biodiversità. L’informazione sarà effettuata, in collaborazione con Legambiente, tramite l’esposizione di materiale divulgativo ed attività di laboratori manuali, che possano coinvolgere i passanti e nello specifico i bambini, in concomitanza dell’Evento “Fiera dei Soprastanti” della Quintana di Foligno e della Quintanella di Scafali.
Il MASCI Foligno2 sviluppa i suoi progetti sulla Salvaguardia del Creato con l’obiettivo di riconoscere e valorizzare la realtà in cui viviamo. Le Aree Tematiche, su cui lavora il Foligno2, sono: Area storico-artistico-culturale, Area paesaggistica ambientale ed Area spirituale. Queste Aree si intersecano tra loro ed insieme promuovono la spiritualità avvicinando l’uomo a Dio. L’osservazione e l’apprezzamento della natura e delle opere dell’uomo inducono a salvaguardarne l’equilibrio e la bellezza, rimandandoci direttamente alla bontà e alla generosità del Signore. Il fine ultimo è quello di conoscere la realtà che ci circonda nella sua completezza per  apprezzarla e valorizzarla, fino a stimolare il rispetto e l’amore per questa grande eredità da noi ricevuta. E‘ nell’identità del MASCI promuovere e stimolare le persone nella cura e nella custodia del Creato; far comprendere, tramite queste iniziative, l’importanza
della Salvaguardia attraverso il rispetto della Biodiversità, come anello fondamentale dell’evoluzione e conservazione della vita.

  1. I luoghi per la memoria Commenti disabilitati su I luoghi per la memoria
  2. Sulle orme di Don Peppe – PER AMORE NON TACERO’ Commenti disabilitati su Sulle orme di Don Peppe – PER AMORE NON TACERO’
  3. TEMPO DI RIFLESSIONE E CONVERSIONE UN INVITO Commenti disabilitati su TEMPO DI RIFLESSIONE E CONVERSIONE UN INVITO